Professionalità, Impegno e Serietà sono i nostri imperativi. |Sopralluoghi gratuiti Tel. 0541 741380
Scopri i nostri profili social!

Canapa

canapa-bioedilizia-ital-tetti-300x300

Nuove Soluzioni per ambienti più sani!

Trascorriamo buona parte della nostra giornata nel luogo di lavoro e, se l’edificio che accoglie i nostri uffici non è completamente in salute, è molto probabile che anche noi finiremo per ammalarci. L’aumento esponenziale di computer e strumenti elettronici all’interno di ambienti ristretti, i sistemi di ventilazione poco curati o talvolta assenti,l’utilizzo di materiali sintetici per l’arredamento ed i rivestimenti, sono tutti fattori che concorrono a rendere gli edifici talmente inospitali da innescare un sistema di autodifesa nel corpo umano che genera l’insorgere di problemi respiratori, mal di testa, scarsa concentrazione, fino a sfociare, talvolta, in gravi patologie.
Ne deriva una sempre maggiore attenzione ed un crescente interesse, da parte dei cittadini, verso la “Neoedilizia”: una nuova branca delle bioedilizia, basata sull’impiego dei materiali biocompatibili, quali ad esempio la canapa, per la costruzione di immobili più salutari. Si tratta di un campo innovativo in cui i prodotti che ne derivano e gli utilizzi che se ne fanno, offrono già risultati molto soddisfacenti.

La canapa e le sue applicazioni nel campo dell’edilizia

La canapa è una pianta molto robusta, che può venire coltivata tranquillamente anche alle nostre latitudini e la sua estrema velocità di crescita (in soli quattro mesi può raggiungere i sei metri di altezza) la rende assolutamente adatta ad un uso intensivo nel settore edile. Ciò dipende dal fatto che, essendo una pianta infestante, per crescere non necessita di irrigazione, erbicidi e pesticidi, né di antiparassitari. La biofibra di canapa ha buone proprietà meccaniche, una notevole resistenza a sforzi, tensioni e deformazioni, tanto da poter essere usata per rinforzare murature, archi, volte e tutte quelle parti strutturali soggette a fenomeni fessurativi e lesionativi, anche in edifici danneggiati da sismi o incendi. Inoltre, grazie alle sue ottime capacità di isolante termico ed acustico, dalla canapa si producono pannelli da inserire nelle murature, nei sottotetti, nei pavimenti, nei controsoffitti, nei divisori interni, sia in edifici ex-novo che nelle ristrutturazioni. Ma non è tutto: già da qualche anno, in Italia viene prodotto un biomattone, derivante dalla miscela di calce e legno di canapa, pensato per la costruzione di interi edifici totalmente ecocompatibili, ad alta efficienza energetica e bassissimo impatto ambientale.

Caratteristiche e vantaggi

E’ un materiale eco-sostenibile biocompatibile, riciclabile, rinnovabile, compostabile. Ha caratteristiche quali leggerezza, traspirabilità, resistenza al fuoco, alto potere isolante (sia termico che acustico), igroscopicità (è un regolatore di umidità, cioè la accumula quando è in eccesso e la rilascia quando l’aria è troppo secca). Secondo le indicazioni dei produttori, il prodotto che se ne ricava, essendo privo di proteine e contenendo delle sostanze amare, presenta una certa resistenza contro la putrefazione, i parassiti, i roditori e la muffa. La canapa è infine famosa per essere il materiale capace di assorbire più Co2 al mondo, contribuendo notevolmente a migliorare la qualità dell’aria al di fuori delle mura e a combattere l’effetto serra. Assorbe mediamente, infatti, oltre 600 tonnellate di Co2 nell’involucro delle abitazioni, contro le 43 tonnellate di un edificio tradizionale.

Proiettati verso un mondo più pulito e sicuro

La cooperativa Ital Tetti mantiene sempre alta l’attenzione verso queste innovazioni di settore, soprattutto quando riescono a garantire il sostanziale miglioramento del benessere percepito all’interno delle abitazioni. Nel rispetto della propria filosofia aziendale, predilige e consiglia scelte più naturali, usando materiali meno trattati chimicamente per mettere l’edificio nella condizione di poter “respirare” e raggiungere contemporaneamente alte performance energetiche ed edilizie. La cooperativa Ital Tetti, nell’intento di promuovere un atteggiamento più attento alla salvaguardia dell’ambiente e della salute delle persone, sta attivando collaborazioni con i coltivatori della canapa e con i produttori di questi nuovi biocomposti per essere in grado, molto presto, di utilizzarli nella realizzazione di strutture e fabbricati.