Professionalità, Impegno e Serietà sono i nostri imperativi. |Sopralluoghi gratuiti Tel. 0541 741380
Scopri i nostri profili social!

Rifacimento Tetti

Devi rifare il tetto? Ti diamo una mano noi!

Perché è fondamentale pensare al tetto.

La nostra casa è un bene primario ed un valore da proteggere perché è costata tempo, fatica e sacrifici.

Per il suo benessere ed il suo isolamento, il tetto svolge una funzione fondamentale ed è per questo che i professionisti della Cooperativa Ital Tetti hanno perfezionato le tecniche più affidabili ed innovative per garantire le migliori prestazioni, tanto da essere in grado di offrire una garanzia di quindici anni (anziché i canonici dieci previsti dalla normativa attualmente in vigore).

Un tetto costruito a regola d’arte, per dormire sonni tranquilli.

Ital-tetti-cartello-stradale-140x200-cm

Procediamo con ordine

Per avere la soluzione su misura per te, un nostro esperto verrà a casa tua per controllare “lo stato di salute” del tuo tetto.

Dopo un’attenta analisi, grazie alle sue competenze e alla sua esperienza, saprà consigliarti immediatamente la soluzione più adatta alle tue esigenze, indicandoti solo quegli interventi che risulteranno veramente necessari.

Questo primo passaggio è indispensabile per poter preparare un preventivo dettagliato, specificando e quantificando, voce per voce, tutti i lavori che dovranno essere effettuati per darti il tetto che desideri.

I nostri preventivi sono sempre Gratuiti!

Contattaci!

La stagione “giusta”

Tanti pensano che il tetto di casa si possa rifare solo in primavera, oppure durante l’estate, periodo in cui piove di meno, ma grazie ai moderni sistemi di costruzione e agli attuali strumenti, sulla copertura si può intervenire in ogni periodo dell’anno.

Infatti, qualsiasi evento meteorologico viene superato eseguendo i lavori per porzioni e utilizzando specifici teli a protezione della parte “aperta”. In situazioni particolari si ricorre invece a una tettoia provvisoria a copertura del cantiere.

Alcune cose da sapere

Permessi e documentazioni:

Il rifacimento e la sostituzione, totale o parziale del tetto, anche per interventi di consolidamento, vengono solitamente classificati come “manutenzione straordinaria”.

In questi casi, si deve seguire il percorso burocratico previsto dalla normativa locale ed informarsi presso l’ufficio tecnico del Comune. È bene ricordare che esistono norme a cui attenersi per la corretta esecuzione del “nuovo” tetto e che, se lo spazio sotto la copertura è un’abitazione (locali riscaldati), è necessario tenere conto dei parametri previsti dalle leggi in materia di contenimento energetico.

Ecco perché è indispensabile affidarsi ad un tecnico abilitato alla progettazione o ad un’impresa specializzata, come la Cooperativa Ital Tetti, che fornisce un servizio completo e solleva da ogni incombenza burocratica.

L’isolamento termico:

Dal punto di vista della resa energetica la coibentazione termica della copertura è fondamentale visto che, proprio dal tetto, si disperde una grande quantità del calore prodotto nella stagione invernale per riscaldare gli ambienti abitati.
• Si può intervenire sulla situazione esistente apportando qualche modifica, ma per un risultato efficace è sempre meglio rimuovere il manto di copertura ed inserire un nuovo strato d’isolamento, utilizzando lo spazio tra solaio e tegole.
• La scelta del materiale, naturale o sintetico, dipende dalle esigenze e dalla situazione specifica: la consulenza di un tecnico, in questi casi, è assolutamente necessaria, anche per i calcoli che questo intervento richiede.
• Spesso si utilizzano pannelli, che in alcuni casi sono anche già accessoriati con ferramenta o dispositivi per il fissaggio.

Rimozione dell’amianto:

Quando il manto è realizzato con questo materiale (che e vietato dal 1992) si deve contattare il Comune, la ASL o l’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) per fare eseguire un sopralluogo da esperti e verificare lo stato di conservazione. In caso di rimozione, è bene sapere che l’amianto non è un rifiuto comune ed il suo smaltimento può comportare notevoli rischi. (Per un approfondimento consulta l’apposita sezione del nostro sito).